martedì 24 aprile 2018

"L'Attesa" di Virgilio del Guercio a "L'ARGOLIBRO"



SABATO 28 APRILE ORE 18:00
Presentazione
L’ATTESA
Romanzo di
Virgilio Del Guercio
Edizioni Albatros

Un romanzo accattivante e ricco di pathos.
Nella Londra del “Borough of Westminster” e dei Docklands”, 
la storia di Enrico e Monica.
Lui, l’immigrato irpino che perde la testa 
per una donna bellissima e irraggiungibile.


per visitare il sito ufficiale dell’autore

Vi aspettiamo a
L’ARGOLIBRO
Ad Agropoli in Viale Lazio 16
(zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto,
nei pressi del Centro per l’Impiego).
Infoline: 3395876415


sabato 21 aprile 2018

Il nuovo laboratorio con Bianca Magliacano vi aspetta a "L'ARGOLIBRO"




FEDELE A TE STESSO
Laboratorio di Cartapesta
Realizzare una maschera di cartapesta con 
Bianca Magliacano


L'ARGOLIBRO
Libreria indipendente
Viale Lazio 16 (Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto) -  Agropoli (SA)
giovedì 3 e venerdì 4 maggio dalle ore 17:00 alle ore 19:00
Costo a partecipante: € 13,00

Kit dei partecipanti al laboratorio (da procurarsi individualmente): colla vinilica, carta giornale, pennelli, bomboletta spray vernice incolore lucidante  e colori acrilici.

La Costruzione della Maschera personale come rappresentazione di se stessi
Un vecchio adagio recita: “Se vuoi una cosa fatta bene, fattela da solo.” E cosa si può volere di così preciso e veritiero da non poterne affidare la realizzazione a nessun altro, ma proprio nessuno: non il proprio medico, partner, astrologo o confessore? La rappresentazione di noi stessi.
La Maschera svela perché rappresenta emozioni, ricordi, caratteri, abitudini, tic e manie.
La maschera Ri-vela e lo fa da tempo immemore.
In due incontri programmati, l’artista Bianca Magliacano insegnerà a ciascuno dei partecipanti a trovare la cifra di sé stessi tramite la realizzazione di una maschera artigianale di cartapesta, creata con molteplici materiali spesso di riciclo, diversi come tantissimi sono gli aspetti della propria personalità.
Curiosità sull’impiego della maschera come soggetto di rappresentazione nel teatro classico, moderno e contemporaneo, in molteplici culture e abbinamenti con culti sciamanici, giochi di introspezione e ruolo, test creativi e tanto altro saranno gli ingredienti di un viaggio in sé stessi per costruire la propria personalissima maschera. Non quella che nasconde ma quella che riassume e rappresenta ciascuno nella propria UNICITÀ.


Bianca Magliacano nasce a Torre del Greco. Oggi Vive ad Agropoli ed opera attraverso i suoi Laboratori che promuove nella sua virtuale “Bottega dell’Impossibile", dove Bianca dice “TUTTO è POSSIBILE!”
Proviene da una famiglia (paterna) di artisti: i suoi trisnonni erano vedutisti dell'Ottocento, il nonno musicista eclettico, ma la sua formazione artistica è frutto della sua passione e di preziose collaborazione con artisti scenografi, costumisti, musicisti, scultori, architetti. Autodidatta, da decenni produce ed espone in gallerie private e pubbliche. Studio Bellavista di Portici, Biennale di Madonna di Pugliano, Biennale di Basilica S. Maria la Bruna di Torre del Greco, Premio Città di Cercola, Rassegna del Verde di S. Sebastiano al Vesuvio, Marzo Donna a Castel dell'Ovo. L'artista ha collaborato inoltre con numerose Associazioni Culturali Italiane ed Estere mediante progetti d'intervento sull'ambiente, o a favore dei minori socialmente disagiati, oltre che a favore della diffusione della cultura e di tutte le possibili sue diramazioni ed applicazioni.

Per qualsiasi ulteriore informazione 
e per prenotazioni: 
3428481259 
3292037317


venerdì 20 aprile 2018

I RACCONTI DI VENERdì – Anna Vitale



Stella e Raggio di Sole

Un giorno la Luna incontrò una stella che si era smarrita. Aveva perso la sua luce e non riusciva a stare nella notte. La Luna le chiese come mai si fosse persa.
Allora Stella le raccontò di come un dì, all' improvviso, fosse stata attratta da un bagliore magico che, misteriosamente, la attirava a sé.  Era seducente, caldo e rassicurante e lei, stanca delle fredde luci notturne, si lasciò condurre da quel raggio di speranza. Lo seguì, fidandosi del suo istinto e delle sensazioni positive che esso le infondeva. Camminarono insieme per un lungo tratto. Durante il tragitto il raggio e la stella si conobbero ed ebbero modo di apprezzare l’uno le qualità dell'altra. Il raggio vedeva la dolcezza e la voglia di brillare della stella. La stella percepiva la tenerezza e l' insicurezza del raggio. Il raggio le raccontava della sua esistenza, dei molti cambiamenti che aveva dovuto affrontare nella vita, delle paure irrazionali e delle perdite subite. Sapeva anche farla sorridere e, stranamente, riusciva a penetrare col suo sguardo nel suo involucro mettendo a nudo la sua anima. Ma non si sentiva a disagio per questo, anzi, era felice di scoprire un nuovo lato della sua essenza. Anche Stella riusciva a guardare dentro al raggio e ad intuirne le emozioni e le fragilità , lasciandolo sbalordito di questa abilità. Cammin facendo si ritrovarono per mano. Il raggio, impaurito da quel contatto, indietreggiò lasciando la stella sconcertata.
“Perché hai lasciato la mia mano?”, chiese lei.
“Sei così fredda e delicata che ho paura di bruciarti”, disse lui. Poi, avendo intuito che Stella lo avrebbe seguito ovunque, aggiunse: “Io non sono solo come te. Io sto con altri raggi e dove vado io tu non puoi venire. Ti bruceresti.”
La stella provò un dolore sordo e lacerante. La sensazione di doversi staccare da qualcosa di così complementare a lei la fece sentire di nuovo sola.
Poi il raggio provò ad abbracciarla piano, delicatamente, per provare a sentire ancora quella sensazione di amorevole illusione. Si bearono per pochi istanti di quel sogno, poi lui si staccò e le sussurrò:
“Vedi... laggiù... altri raggi come me. Io vado lì.”
La stella capì che lui era un raggio di sole e non poteva andare con lui. Le loro nature erano troppo diverse. Ma ormai si era persa e non sapeva nemmeno se voleva ritrovare la strada di casa perché aveva conosciuto un calore mai provato prima. Dopo essersi allontanata dal raggio di sole, errò per molto tempo da sola, seguendo da lontano quella luce e quel calore. Non lo perdeva mai di vista; era il suo riferimento in un universo di solitudine. Sapeva che le altre stelle la cercavano ma lei preferiva restarsene lì, ai margini, tra la notte e il giorno.
Anche il raggio di sole la osservava da lontano sperando che non si avvicinasse troppo a lui. Era bravo a vegliare su di lei con discrezione. In cuor suo sperava che ritrovasse la strada di casa e la gioia di brillare nella notte. La stella invece trascorreva il suo tempo a contemplare il raggio di sole che sembrava felice di ciò che era. Sembrava...
Una volta lui le aveva rivelato che, pur amando ciò che era e ciò che aveva, avrebbe voluto essere un raggio unico che potesse bastare a se stesso, libero da vincoli e responsabilità. Non era facile essere un raggio di Sole.
Ah, se solo avessero potuto essere liberi insieme!
La Luna ascoltò la triste storia di Stella e poi, con fare materno, prese la sua mano e le disse:
“Sei un astro fortunato, piccola stella! Hai conosciuto l'amore e il suo calore e ora credi che questo non ti basti per andare avanti. Invece devi far tesoro di questo dono e usarlo per infondere energia a chi ti sta accanto. Devi tornare nel tuo cielo e brillare della tua luce con la forza e il calore che hai ricevuto dal raggio di sole. L' amore e la gioia che hai sperimentato, anche se per poco tempo, non li devi tenere per te perché, se lo farai, presto si esauriranno. Se invece li alimenterai donandoli agli altri, questi non si esauriranno mai e il raggio di sole vivrà con te per sempre.”
Queste parole fecero improvvisa chiarezza nel cuore di Stella che non faceva che chiedersi che senso avesse avuto l’incontro con Raggio di Sole. Prima di tornare a casa, però, Stella chiese a Madre Luna:
“E Raggio di Sole? Che ne sarà di lui? Se non mi vedrà più si preoccuperà per me.”
Madre Luna sorridendo la rassicurò:
“Raggio di Sole sarà felice per te sapendoti più forte. A volte l’amore è anche questo: appartenersi senza cercarsi, sapersi vicini senza toccarsi.”
Stella si incamminò con Luna per un tratto di strada, poi, ritrovata la strada di casa e la fiducia in sé stessa, vi si avviò. 
Raggio di Sole percepì immediatamente che qualcosa era cambiato attorno a sé e sorrise tristemente guardando alla Luna.

Con delicatezza e particolare sensibilità, Anna Vitale ci regala una fiaba sull’amore che racchiude un insegnamento davvero prezioso: l’amore disinteressato, incondizionato, è l’amore più profondo e più “difficile”, forse è il solo amore autentico.
Stella e Raggio di Sole rappresentano l’egoismo, l’altruismo e le mille e mille sensazioni e sfumature che proviamo tutti noi quando proviamo per qualcuno un sentimento che inizia ad andare oltre l’amicizia.
Anna Vitale ci rende subito partecipi della storia con dialoghi illuminanti, mai banali, intensi. La sua scrittura è colma di bravura artistica e di sapienza di vita, e ci offre un “mix” particolarmente godibile.

Per contattare l’autrice: annavita74@gmail.com

Scrivi racconti brevi? Questo è il concorso giusto per te. Leggi il bando del concorso

Per le tue poesie c'è Lunedì Poesia




giovedì 19 aprile 2018

La prima biografia completa di Emily Brontë vi aspetta ad "Alfa Gamma" ad Ascea Marina



DOMENICA 22 APRILE ORE 11:00
Cartolibreria
ALFA GAMMA
Via Guglielmo Oberdan, 25
Marina di Ascea (SA)

Prima presentazione ufficiale di
Emily Brontë
La prima biografia completa
scritta da Agnes Mary Robinson e pubblicata nel 1883.

Per la prima volta è stata tradotta in italiano,
lo splendido lavoro si deve alla
Professoressa Maddalena De Leo


Qui
trovate tutte le informazioni sull'opera,
edita dalla casa editrice "L'ARGOLIBRO"

una sezione del sito
“Letteratura al femminile”
dedicata alla
Professoressa De Leo

L'incontro sarà curato da
Milena Esposito
e dalla Professoressa Maddalena De Leo.

1818-2018:
DUECENTESIMO ANNIVERSARIO
DELLA NASCITA DI EMILY BRONTË

mercoledì 18 aprile 2018

A "L'ARGOLIBRO" parliamo di movimenti politici



VENERDÌ 20 APRILE ORE 18:00
Presentazione
UNA DISAVVENTURA
A 5 STELLE
di Roberto Lombardi
Casa editrice L’Erudita

Letture a cura di
Angela Paparella

Un pamphlet, un resoconto parziale e ironico del percorso di avvicinamento alle amministrative del 2016 di un gruppo di attivisti del Movimento 5 Stelle, di cui l’autore, per una breve stagione, ha fatto parte. Con tono volutamente grottesco e sarcastico, prende forma il racconto di una delle maggiori forze politiche degli ultimi cinque anni, toccando tematiche quanto mai attuali attraverso gli occhi di chi ha vissuto il Movimento in prima persona.

Roberto Lombardi, scrittore, attore, counselor, animatore di laboratori teatrali e linguistici. Autore del romanzo D.N.A. Deutsche Nazi Anatomie (2017) e de Il piccolo Zingarello. Vocabolario povero della lingua italiana (1993). Il suo interesse per i linguaggi lo porta a calcare le scene in veste prima di strumentista (alla batteria) e poi di attore e sceneggiatore anche per il cinema e la televisione. Sotto lo pseudonimo di Don Qi, crea figure antropomorfe, Mitomorfosi, manipolando terracotta, legno e ferro con i materiali più svariati.

Vi aspettiamo presso la
LIBRERIA INDIPENDENTE
L’ARGOLIBRO
Viale Lazio, 16
(zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto,
nei pressi del Centro per l’Impiego,
accanto a “Ricambi Iannuzzi”
 e a “Mani di Fata”)
Agropoli (SA)
Infoline: 3395876415


lunedì 16 aprile 2018

Nuove foto di Saverio Caiazzo per "Labyrinth"

Ecco altre foto scattate da Saverio Caiazzo per "Labyrinth", la manifestazione che si è tenuta lo scorso 31 marzo presso "Il Salottino di Argo" della libreria indipendente "L'ArgoLibro" ad Agropoli.
Cliccate qui per visionare il post con le altre fotografie.
Grazie ancora di cuore alle relatrici, alle lettrici, a tutti coloro che a vario titolo hanno reso possibile questo appuntamento. 
Lo slogan della libreria/casa editrice "L'ArgoLibro" e dell'Associazione "Gli Occhi di Argo" è "La Bellezza dà i suoi frutti": grazie a manifestazioni come "Labyrinth", ne siamo sempre più consapevoli. 
Vi invitiamo a continuare a partecipare attivamente alle tante iniziative: seguiteci attraverso i blog www.largolibro.blogspot.it e www.occhidiargo.blogspot.it, ma anche attraverso le pagine Facebook L'argolibro e Argo Libro.






































lunedì 9 aprile 2018

A "L'ARGOLIBRO" è tempo di risoterapia




A “L’ARGOLIBRO” avviamo una serie di incontri esperienziali dedicati alla risoterapia.
Vi invitiamo al primo appuntamento, conoscitivo e gratuito, con Ciro Discolo, regista e attore.
Vi aspettiamo giovedì 12 aprile alle ore 17:00.

La risoterapia è una delle sezioni fondamentali della teatroterapia che a sua volta s’inserisce nello scenario più ampio dell’ARTE-TERAPIA, un insieme di metodi  basati sull’espressione artistica.
Un laboratorio non è altro che una “comunicazione” o, meglio, un rapporto tra informazione e comunicazione; per dirla alla Braga: “Un tessuto connettivo delle interazioni (far sapere e venire a sapere)”.
La teatroterapia attraverso l’espressività corporea e la finzione teatrale, consente, appunto, un rapporto più diretto con il proprio inconscio favorendo il recupero della consapevolezza di sé e un migliore rapporto con il proprio corpo.
Sin dal XVI secolo, diversi filosofi, medici e psicologi, come Immanuel Kant e Sigmund Freud suggerivano che la risata è un fenomeno psicosomatico che elimina le energie negative.
I partecipanti, per un numero massimo di 15 persone, sono invitati sin dal primo giorno a “mettersi in libertà”, con abbigliamento comodo, non costrittivo, senza orologi, bracciali, orecchini o qualsiasi altro oggetto che può in un modo o nell’altro distrarre dagli esercizi di teatroterapia.

Una seduta di teatroterapia è svolta in gruppo ed è condotta da due esperti: Ciro Discolo (regista-attore) e la dr. Paola Paradisi (sociologa della comunicazione e attrice).

L’ARGOLIBRO
Libreria indipendente – Casa editrice – Eventi artistici e culturali
Siamo ad Agropoli (SA) in Viale Lazio 16 – Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto, nei pressi del Centro per l’Impiego. Infoline: 3395876415


giovedì 5 aprile 2018

"Aprile dolce dormire"? Giammai! ;-)






(clicca sulle immagini per ingrandirle)

Partecipa al Segnalibro ANCHE TU, 
condividi la TUA arte!

Inizio di primavera un po' "sonnolenta"? Mai e poi mai, con le tantissime iniziative de “L’ArgoLibro” e “Gli Occhi di Argo”! Nel Segnalibro di aprile trovate:

- il disegno originale di Emanuele Di Spirito;
- le poesie di Elisabetta Mattioli, Federico Garcia Lorca e Roberto Piumini;
- spazio dedicati alla pubblicazione de L’ArgoLibro «La vita in versi» di Virginia Di Filippo e «Nel crepuscolo taciturno» di Sandra Ludovici;
- la rubrica «La tana dei libri sconosciuti» curata da Giulia Stefanini (cliccate qui per visitare il blog), questo mese lo spazio è dedicato a «Tempora et Mores» di Tommaso Mondelli (qui la pagina dedicata all'opera);
- spazio dedicato alla pubblicazione «L'isola di Ortigia» di Elisabetta Mattioli;
- informazioni per partecipare al grande Concorso Nazionale per Poesie brevi “KERAMOS” (cliccate qui per aprire la sezione dedicata);
- news sugli eventi di aprile che si terranno presso la Libreria L’ArgoLibro (spazio web dedicato 
www.largolibro.blogspot.it) di Agropoli, a Marina di Ascea e a Stella Cilento;
- informazioni per aderire ai concorsi aperti a coloro che vogliono essere pubblicati sul Segnalibro (clicca qui);
- informazioni per partecipare alla Rassegna “A Testa Alta”;
- informazioni sulla Casa editrice L’ArgoLibro e sulla libreria indipendente omonima;

 …e ancora curiosità, news,
aforismi…

I nostri concorsi on line e cartacei ti aspettano, clicca sui nomi: